Gli sguardi dei personaggi

Ecco la tecnica sicuramente parlando, la più significativa della composizione pittorica. È con questa tecnica che vengono rivelati i dubbi, gli interessi e lo scopo di un personaggio. Queste linee di vista installano il significato e il contenuto della narrazione in relazione al tema dell'opera, questa sin dall'antica Grecia (1) .

Principio di base dei tombini:

 

L'operazione è semplice da capire e da realizzare.

È un'applicazione della geometria euclidea:

Due punti definiscono una linea.

 

Gli occhi di un personaggio

sono i due punti che definiscono

la linea orizzontale del suo sguardo  

 

Per materializzare questa linea di vista, si può usare una corda tesa come i pittori, oppure disegnare una linea a matita su una riproduzione.

Quindi con un filo a piombo o una bussola, disegniamo le perpendicolari verticali che passano attraverso ciascun occhio.

Sotto, in rosso, sono riprodotte le linee delle linee di sguardo di una donna romana e Luigi XIII.

Fresque romaine -Pompéi - Lignes de regard de la femme

Affresco romano - Pompei - 450 a.C.

Vouet - Portrait de Louix XII - La lign de regard pointe son curieux doigt.

Simon Vouet - Particolare del ritratto di Luigi XIII - 1643 - Louvre. foto © gm

Verifica del nostro "scavo pittorico":

La linea orizzontale della donna romana indica l'occhio dell'uomo e la linea verticale indica l'ombelico. Qui abbiamo l'applicazione della prima regola di composizione: è designato un punto di riferimento del corpo. Idem per Luigi XII che "guarda" l'indice.

Vi è quindi qui una congruenza tra questa osservazione e l'operazione della 1a regola.

Ho anche altre congruenze che confermano queste linee di vista, come "marcatori", nonché prove materiali (sviluppate in un altro articolo).

 

 

LA REGOLA SECOLARE DI GUARDARE I PERSONAGGI

 

Grazie a questo affresco romano e al ritratto di Luigi XIII, osserviamo che questa tecnica è stata utilizzata per secoli.

Ma in realtà è durato fino al cubismo con il suo famoso fondatore Pablo Picasso:

Analyse de Guernica de PICASSO, lignes de regards dans le chaos.

Pablo Picasso - Guernica (dettaglio) - 1937 - Sofia - Alcuni look indicano gli occhi di altri personaggi

Con Guernica , siamo presi dalla composizione caotica che illustra il bombardamento tedesco della città. In questo crepacuore in cui tutto sembra frammentato, Picasso ha tuttavia mantenuto i collegamenti incrollabili che legano i personaggi e persino gli animali, grazie alle linee di sguardo non visibili a prima vista, ma molto presenti quando si concretizzano (qui in rosso).

Queste stesse linee possono essere collegate tra tutte le donne delle Demoiselles d'Avignon .

 

 

Gli altri angoli di visione:

 

Anche se questa tecnica è ovvia, evocativa e parlante, rimane piuttosto limitata.

le figure dipinte si occupano anche di altri soggetti intorno a loro oltre a quelli indicati dalle loro linee di sguardo orizzontali e verticali. In effetti, le linee che partono dagli occhi, ad angolo, indicano anche elementi significativi in ​​relazione al tema dell'opera. Dalle mie tabelle di database in molte opere che le linee di aspetto dei personaggi, sembra che

gli angoli principali formati da queste linee di vista sono, non a caso,

quelli della seconda regola degli angoli preferiti dei pittori: 9 ° - 18 ° - 30 ° - 36 ° - 45 ° .

 

Questi non sono gli unici angoli osservabili, in quanto sembra che altri vengano usati occasionalmente (vedi il database degli angoli preferenziali). Leonardo da Vinci, per esempio, avrebbe usato sette angoli pari o inferiore a 90 °, come le sette note della scala (vedi: I 2037 manoscritti di Leonardo da Vinci)

 

La congruenza di queste linee di vista con la seconda regola degli angoli preferenziali viene confermata una seconda volta.

VISIONE TRA GRECI ANTICHI

Le scuole di Pitagora, Democrito ed Empedocle insegnarono con alcune piccole variazioni che il funzionamento della vista è l'effetto di un raggio proveniente dal fuoco interiore dell'uomo, propagato nell'aria dall'occhio per dirigersi verso il oggetti. Questa è la teoria diafana.

Dagli occhi viene un fuoco interiore, che si deve indubbiamente associare a un'entità come l'anima o lo spirito.

Diaphanous - Anca Vasiliu - Editore Vrin

 

Questi riferimenti storici scritti risalgono al - 500 anni a.C. AC Essi forniscono una riconciliazione piuttosto netto il disegno di linee di vista vedere questo Eros qui sotto e la cortigiana, risalente allo stesso periodo.

Le linee di sguardi dagli occhi sarebbero un'illustrazione grafica abbastanza coerente della teoria in vigore durante questo periodo di grandi teorie filosofiche.

Eros - Grèce Antique - Analyse des lignes de regard

Eros - Grecia antica - 460 a.C. DC - Louvre - foto e tracce © gm

I colori degli angoli sono solo un codice personale per facilitare la loro visualizzazione.

Su questa ceramica greca dell'Eros sopra, è facile disegnare le sue linee di sguardo (in rosso) anche con un solo occhio visibile. Questo essendo disegnato a forma di mandorla, indica la linea dell'aspetto orizzontale che indica con precisione il suo indice.

Quindi, disegnando dal suo occhio un angolo di 9 ° (blu), indica la fine del suo pene, quindi due angoli di 36 ° (in giallo) indicano il secondo indice e la punta della sua ala.

La composizione con la linea di vista e gli angoli preferenziali sottolinea il tema e gli attributi di questa divinità.

Femme tenant un phallus Analyse des angles de regard

Donna con uccello fallo - Grecia antica - 490 a.C. - Louvre - foto e tracce © gm

Con questa donna con l'uccello del fallo , in alto, le trame degli angoli di osservazione puntano il ginocchio a 30 ° (in verde), quindi l'occhio a 9 ° (in blu) e la fine dell'uccello a 36 ° (in giallo). Elementi che sottolineano l'iniziazione (con le ginocchia) che questa futura cortigiana riceve.

La composizione con queste linee di sguardi associati agli angoli preferenziali evidenzia il tema di questo dipinto.

 

Tuttavia, le osservazioni di dipinti greci e romani ( vedi l'inventario delle opere studiate ) non consentono realmente di verificare la teoria di queste linee di vista con altre tecniche. D'altra parte, analizzando i lavori più recenti, sono possibili incroci tra le tre regole e le tre tecniche.

CONVALIDA DELL'IPOTESI A SGUARDO

con San Giovanni Battista di Leonardo da Vinci

Quest'opera tardiva, sobria e spogliata di Léonard DeVINCI mostra diverse congruenze tra gli angoli dello sguardo e le regole e le tecniche di composizione.

Secondo una convenzione ampiamente utilizzata dai pittori, la linea di vista di un personaggio indica spesso un simbolo relativo al tema del dipinto. Ecco la croce.

Nell'immagine a destra, lo sguardo orizzontale di San Giovanni Battista indica il ramo sinistro della croce.

Gli angoli preferenziali sono presenti con la precisione cara a Leonardo da Vinci: il 9 ° in blu indica l'indice, il 45 ° in arancione indica il dito medio con l'altra mano, il 36 ° indica il pollice.

Quindi abbiamo due congruenze con la prima regola delle linee narrative e la seconda regola degli angoli preferenziali.

Léonard de Vinci - St Jean-Baptiste - Analyse des angles de regards.

Léonard De Vinci- St Jean-Baptiste (dettaglio) - 1516 - Louvre - foto e tracce © gm. Gli angoli di visione dell'occhio sinistro indicano 2 maggiori, il pollice e la croce.

Léonard de Vinci - St Jean-Baptiste - Analyse des angles de regards sur les grilles harmoniques

Leonardo Da Vinci - altri angoli di visione a 9 °, 18 ° e 45 ° indicano la terza griglia (in viola) e la griglia dorata (in giallo)

Léonard De VINCI - Le regard de St Jean est conditionné par la grille des demi-médianes.

Léonard De Vinci - La linea di vista e la griglia armonica delle mezze mediane (in bianco) sono parallele e condizionano il ramo della croce.

Un'altra congruenza appare con una griglia armonica. Léonard De Vinci avrebbe usato diverse griglie armoniche per la sua composizione di San Giovanni Battista, inclusa la griglia delle mezze mediane. Questa griglia ha permesso a Leonardo di installare il punto giusto della croce.

Tuttavia, visualizzando questa griglia di mezze mediane e la linea di sguardo, vediamo che sono parallele. Come se lo sguardo di San Giovanni Battista si appoggiasse su questa costruzione per sostenere il suo gesto divino puntato verso il cielo.

 

Ora abbiamo con queste trame due regole e una tecnica di composizione che funzionano in modo congruente con le linee di vista.

 

Puoi continuare queste convalide, ad esempio disegnando i parallelismi del ramo orizzontale della croce e la griglia del quadrato di terra.

Più significato con Bernardo Luini

Dall'inizio del Rinascimento, la necessità di "raccontare" la complessità dei personaggi e le loro relazioni con gli altri ha portato i pittori a immaginare nuove risorse. Pertanto, gli occhi di un personaggio sono talvolta non simmetrici, con ciascuno la loro inclinazione, che offre la possibilità di disegnare due distinte linee di sguardo. Con due linee di vista è quindi possibile indicare il doppio di molte cose significative.

 

Prendiamo il caso di questa Vergine con Bambino di Luini (allievo di Leonardo da Vinci) che mostra un cambiamento negli occhi di Maria interessante per i dettagli.

Luini - Les angles de regard de Marie

Bernardo Luini - Madonna and Child (Dettaglio) - 1517 - MBA de Dijon -

Sguardi dell'occhio sinistro di Marie. Foto e trame © gm

Lo sguardo dell'occhio sinistro di Marie è inclinato di 3 °. Possiamo dire che Luini voleva evocare la Trinità? La verticale dell'occhio punta il pollice (la sua volontà) che con un gesto aggraziato apre il suo corpetto per allattare il bambino. Una linea di vista di 9 ° punta verso il mignolo e la punta di Gesù. Un'altra linea a 19 ° è fissata sull'inclinazione dello sguardo di Gesù che già guarda altrove.

La volontà di Maria sembra aprirsi ai bisogni attuali e ai piani futuri di Gesù.

 

D'altra parte, l'occhio destro di Marie è inclinato di 1 °. L'idea di non guardare un orizzontale perfetto è un'usuale iconografia per i personaggi santi. Quindi, con uno sguardo non perfetto, inclinato di solo 1 grado, dà un'espressione dell'imperfezione del mondo incarnato.

Le linee di sguardo di Maria passano attraverso le dita di Gesù. Una linea di 9 ° indica nuovamente il pollice di Mary. Un altro alla 9 ° punta al pollice di Gesù, 45 ° al mignolo di Maria e 30 ° alla bocca di Gesù, da cui la parola di Dio sarà pronunciata in futuro.

LUINI les regards de Marie, œil droit.

Bernardo Luini - Madonna and Child (Dettaglio) -

Sembra dell'occhio destro di Marie.

Bernardo Luini -

Gli sguardi di Maria con i suoi occhi si spostarono.

O 9 punti della 1a regola presi di mira dagli sguardi benevoli della vergine.

foto e trame © gm

LUINI, Marie et les neufs points d'intérets de ses regards.

VERIFICA con la griglia di mediane

Come al solito, controlliamo i nostri contorni per non far scivolare la pantofola di Cenerentola su una bella teoria personale. Questa precauzione è convalidata di seguito con la griglia armonica delle mediane (in bianco).

La mediana verticale passa attraverso il naso di Maria e attraverso i due mignoli di Gesù, che quindi fanno tre punti di riferimento per la prima regola. La mediana orizzontale viene utilizzata per sostenere l'anulare di Maria. Questa griglia ha quindi condizionato quattro punti di composizione dei personaggi.

LUNI Vierge et Jésus, les lignes de regard pointe la grille des médianes

Bernardo Luini - Madonna con Bambino - Museo delle Belle Arti di Digione -

Gli sguardi di Maria e Gesù (in rosso) convergono sulla mediana ai margini del formato (indicato dalla freccia bianca). Foto e trame Guy Mauchamp

Quindi, nella parte inferiore del formato, la mediana verticale fungeva da guida per la linea dell'occhio sinistro di Maria, nonché la linea dell'occhio sinistro di Gesù. Maria e Gesù sembrano ben uniti da una visione comune con questi schemi di composizione.

1: Empedocle, filosofo del V secolo a.C., scrisse in una poesia sulla natura dell'universo:

"... quando pensiamo di uscire prendiamo una lampada,

Lampo di fuoco infuocato durante una notte invernale,

La luce, che sporge all'esterno, si estende ancora di più,

Brilla sulla soglia, in raggi abbaglianti;

Allo stesso modo l'antico fuoco intrappolato nelle membrane (gli occhi, la nota del redattore). ..

E il fuoco che fuoriesce dall'occhio, si diffonde ulteriormente ".

Non esitare a lasciare il tuo commento, le tue domande in fondo alla pagina, il mio piacere è poter discutere della composizione pittorica. Grazie.

 

Guy MAUCHAMP

Opera protetta da un copyright © guymauchamp U79J1B9 e da un deposito legale presso la SGDL di Parigi.