L'arte di vedere

Impariamo a leggere a scuola,

ma non impariamo a vedere.

Pierre Rosenberg

La grande opera d'arte non è solo una rappresentazione, tanto meno una copia, o addirittura simbolica,

offre il risveglio dello sguardo per vivere questo "stato sconosciuto" Proustien,

un'unità trovata in sé.

L'arte di vedere è anche scoprire il proprio percorso per "leggere" e lasciare "parlare" un'opera.

Come annuncia Roland Barthes, un dipinto esiste solo nel racconto che ne faccio .

Sì, una storia, ma da quale visione?

È stato con Alexandro JODOROWSKI (1) che ho imparato l'arte di vedere per diversi anni durante i seminari

che ha animato a casa sua negli anni 1995. Ho prolungato questo allenamento con questo lavoro che dedico a lui.

1 - L'arte di vedere un'opera di pittura

COME VEDERE UNA PITTURA?

L'arte di vedere sta imparando a

vedere un'immagine senza pregiudizi,

senza proiezioni personali,

senza riferimenti esterni,

vedere una tabella così com'è.

In preparazione ...

DSC01628.jpg

Lo sguardo che propongo qui riguarda principalmente la composizione di un'opera scelta tra i grandi maestri ma anche da estranei. A volte si tratterà di osservare dettagli o simboli che offrono giochi visivi o strade di comprensione.

 

Vermeer - Clouet - Delacroix - Gauguin - De La Tour, ecc.

Capture d’écran 2020-01-29 à 14.00.09.pn

Con la famosa lumaca nell'Annunciazione di Del Cossa, vediamo lentamente come questo erudito pittore umanista ha fatto scivolare un gran numero di elementi per guidare il suo spettatore nella comprensione del mistero dell'incarnazione.